venerdì 20 maggio 2011

il carnevale


ho una faccia, a volte due
la faccia davanti e quella dietro
una alla luce e l'altra in ombra

ho tre facce, la terza quando serve e la quarta se non basta
forse ne basterebbe una ma la quinta mi aiuta

colpi di vento seccano la pelle, la sesta faccia mi protegge
piove, e l'acqua asporta il fatiscente trucco dalla mia ottava faccia ma sorrido alle lacrime del cielo

guardo in faccia la gente, e spero ogni volta di essere credibile, riuscire ad essere sincero, oppure
con la nona faccia affronto quel che mi spetta

ho dieci facce e ognuna di loro indossa le altre per andare avanti...o indietro

l'occhio non occhio che saprà vedere una faccia sola potrà riconoscere velature e trasparenze al posto delle altre, come sfumature della mia faccia e di un me unico e diverso

5 commenti:

  1. Profonda..e vera!

    RispondiElimina
  2. e la settima? Quell'occhio non occhio che vedrà un solo volto ci salva da noi stessi.

    RispondiElimina
  3. Unico e diverso in continua evoluzione, e poi scrivi di facce e non di maschere, qual'è la differenza?
    Saluti

    RispondiElimina
  4. @Mark al solito non deludi mai, acuto e intelligente, sei mito, hai notato un dettaglio fondamentale.
    Difatti non parlo di maschere, bensì delle espressioni della faccia, ecco la differenza...che è sostanziale :)

    @turista: hai notato che manca la 7 settima...infatti non posso descriverla perchè è quella espressione che non sai di avere, che devono dirti gli altri che ce l'hai...brava!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...